PRESENTAZIONE*


Matteo Renzi, Sindaco di Firenze


      Che cos’è una città? Può sembrare una domanda banale; eppure non è facile, forse neppure possibile, riuscire a trovare una risposta. Perché “la Natura - come ha scritto Gilbert Keith Chesterton - quando parla agli uomini indossa una sua maschera; e, così, se per un poeta nato tra le colline del Cumberland la Natura sarebbe un paesaggio di rocce disegnate su un orizzonte tempestoso, per un altro, nato nelle pianure dell’Essex, sarebbe una distesa di splendide acque e di fulgidi tramonti”. Una città, dunque, è sì, certamente, un insediamento umano esteso e stabile, una concentrazione di popolazione e funzioni, dotata di strutture stabili e di un territorio… ma una città è anche le strade che la attraversano. E i ponti che la scavalcano. E le sue piazze, le sue case, le sue chiese, i suoi edifici storici. Una città è un fiume, talvolta…

      Ecco allora che le 65 tavole che compongono l’Atlante stradale ufficiale del Comune di Firenze, prima ancora che un’opera da consultare per districarsi nel reticolo stradale fiorentino, o un elenco generale di nomi, possono essere lette come un punto di riferimento fondamentale per ritrovare le tracce della storia della nostra città, seguirne l’evoluzione, immaginarne lo sviluppo. Ed è proprio con la consapevolezza del valore non soltanto pratico e compilativo di una pubblicazione come questa, che oggi abbiamo l’opportunità di salutare una nuova edizione dell’Atlante. Un’edizione interamente rivista e aggiornata, che arriva a cinque anni dalla precedente, tuttora consultabile sul sito della rete civica del Comune di Firenze, nata nell’ambito della redazione del nuovo Stradario Storico e Amministrativo della città: un volume di oltre 500 pagine, completo di notizie storiche e statistiche per ognuna delle aree di circolazione e di informazioni sull’origine dei nomi.

      Nel frattempo, però, Firenze non è rimasta immobile. Nuove strade si sono aggiunte. Con questa seconda edizione, che contiene la cartografia contemporanea dell’intero territorio comunale aggiornata al 31 ottobre 2009, si è voluto quindi prima di tutto fornire ai cittadini uno strumento in grado di rispondere in maniera più adeguata e funzionale alle rinnovate esigenze di conoscenza. Agevole e di pratico utilizzo, ogni dettaglio dell’Atlante, dalla scelta dei colori alla disposizione dei riferimenti, è studiato per garantire la massima facilità di consultazione: tutto il territorio è suddiviso in tavole in scala di 1:10.000, con l’aggiunta di un’ulteriore rappresentazione più dettagliata in scala 1:2.000 per il centro storico, sempre con la massima accuratezza grafica, esattezza dei tracciati, precisione delle dimensioni delle aree di circolazione e degli spazi in genere.

      Dalla A dello scrittore e garibaldino Giuseppe Cesare Abba alla Z di Aldo Zucchi, giovane medaglia d’oro al valore militare, sono oltre 2.300 i toponimi tradizionali, storici, moderni, raccolti in questa nuova edizione dell’Atlante stradale; 2.300 luoghi, nomi, personaggi, storie …

      Un patrimonio di valore culturale inestimabile che, nella scelta della denominazione da assegnare a una via, una strada, una piazza, riproduce la naturale evoluzione della nostra città, la sua progressiva estensione urbanistica e l’adeguamento alle nuove necessità di gestione del territorio, tracciando tuttavia un quadro vividissimo non solo delle trasformazioni fisiche e urbane subite nel corso dei secoli da Firenze, ma anche delle sensibilità e degli interessi, non sempre esenti da contrasti e contrapposizioni, della vita quotidiana e dello spirito di un’intera comunità.

* testo tratto dall’edizione cartacea